Covid-test: quali sono e come scegliere?

Crediamo che la corretta informazione sia sempre il più importante punto da cui partire.

I test per capire se si è contratto il Covid si distinguono in tre tipologie:

  • Test molecolari: evidenziano la presenza di materiale genetico (RNA) del virus. E’ il test attualmente più affidabile per la diagnosi di infezione da coronavirus. Viene eseguito su un campione prelevato con un tampone a livello naso/oro-faringeo e quindi analizzato per l’amplificazione dei geni virali maggiormente espressi durante l’infezione. L’analisi può essere effettuata solo in laboratori specializzati, individuati dalle autorità sanitarie. Il risultato del test molecolare, di prassi, è disponibile entro le 72 h.
  • Test antigenicorapido: è basata sulla ricerca di proteine virali (antigeni). La modalità di raccolta è analoga a quella del molecolare e la risposta è molto breve (circa 15 minuti) ma sensibilità e specificità di questo test, sembrano essere inferiori a quelle del test molecolare. Ciò comporta la possibilità di risultati falso-negativi in presenza di bassa carica virale, oltre alla necessità obbligatoria di confermare i risultati positivi mediante un tampone molecolare. Grazie all’uso dei test rapidi si riesce ad intercettare un rilevante numero di contagiati.
  • Test sierologico: evidenzia la presenza di anticorpi contro il virus. Tali test rilevano l’avvenuta esposizione al virus (IgG) e sono in grado di rilevare la presenza di un’infezione in atto (IgM). I test sierologici possono essere qualitativi (rilevano la presenza o meno di anticorpi ma senza indicarne una quantità), semi quantitativi o quantitativi (in gradi di rilevarne anche una quantità). Il risultato si ha di solito in 24/48h.

Rivolgetevi ai nostri partner Labco - Il Baluardo Via V. Gioberti, 41, 18038 Sanremo 0184 597240

Data di pubblicazione
Categoria tematica
Tags

Aggiungi un commento