Ernia inguinale: la soluzione grazie alle tecniche videolaparoscopiche

L'ernia è una fuoriuscita di un viscere dalla cavità che naturalmente lo contiene, in un zona di debolezza della parete stessa. 
La presenza di un’ernia inguinale è spesso tollerata per lungo tempo. I problemi più gravi arrivano in presenza di complicanze. Se la parte erniata è solo il grasso addominale (omento), l’intervento deve essere precoce, senza però ancora carattere di urgenza. Le cose cambiano se ad erniare è un tratto di intestino. Il quadro più grave si ha con lo strozzamento dell’ernia. Da una patologia di entità lieve si arriva a rischiare la vita e a dover effettuare un intervento importante, dal decorso a volte non semplice.
Il trattamento dell’ernia inguinale è solo chirurgico.
Fortunatamente negli ultimi anni questo intervento si può svolgere con tecniche videolaparoscopiche. L’approccio può essere eseguito per via Pre-peritoneale (TEP) oppure Trans-peritoneale (TAPP): quest’ultimo è quello preferito dal team del Poliambulatorio Matteotti. A prezzo di un intervento tecnicamente più complesso, il decorso è decisamente più rapido e meno doloroso, con precoce recupero funzionale. In ogni caso, solo un’accurata valutazione medica può permettere di selezionare al meglio i pazienti che possono avere il massimo giovamento dall’utilizzo di questa tecnica.